• Sei in:
  • Home
  • Gruppi
  • Italianistica e Letterature comparate

Italianistica e Letterature comparate


IMMAGINE
NON DISPONIBILE

Componenti

Contatti

Prodotti della ricerca

Édition française des œuvres de Manzoni: presentazione dell'opera di Alessandro Manzoni (1785-1873) al pubblico francofono. 

L'Università di Torino, città che ha sempre costituito un tramite privilegiato per le relazioni con la cultura francese, propone con questo progetto, di grande ambizione, quantitativa e qualitativa, una presentazione pressoché integrale delle opere di un autore italiano particolarmente legato alla Francia come Alessandro Manzoni. Molte opere di Manzoni saranno per la prima volta tradotte in francese e tutte le opere pubblicate avranno un vasto e aggiornato commento. Il progetto, diretto da Luca Badini Confalonieri (curatore nel 2006 della nuova edizione critica dei Promessi Sposi illustrati presso la Salerno Editrice e nel 2012 di un'edizione di riferimento degli Scritti storici e politici presso i "Classici Italiani" della Utet), ha ricevuto nel 2016 una sovvenzione della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, che ha permesso l'assunzione a tempo pieno, a partire dal 1° febbraio 2017, di un'assegnista di ricerca, la dott.ssa Monica Corbani.

È prevista:

a - la pubblicazione, nei primi mesi del 2018, del volume monografico della rivista "Franco-Italica" (nuova serie, presso le Edizioni dell'Orso): Anthologie française des œuvres de Manzoni.

b - la pubblicazione, a partire dal 2018, e a proseguire negli anni seguenti, dell'"Edition française des œuvres de Manzoni", un'edizione delle opere in traduzione francese e con commento, in 7 volumi, presso l'editore Peter Lang (Bern et a.).

 

Edizione completa dell'epistolario (italiano e francese) di Carlo Botta (1766-1837). 

Progettata da molti intellettuali italiani fin da quando lo storico piemontese, prolifico e vivacissimo scrittore epistolare, era ancora in vita, più volte tentata sia nel XIX sia nel XX secolo, l'edizione completa dell'epistolario (italiano e francese) di Carlo Botta (1766-1837), un corpus di più di mille lettere, è rimasta finora, per diverse ragioni,  un'esigenza inappagata. Il progetto, diretto da Luca Badini Confalonieri (il maggiore studioso vivente di Carlo Botta, autore tra l'altro del ritrovamento del romanzo epistolare del 1796 Per questi dilettosi monti, da lui edito nel 1986 dalla Clueb di Bologna, pubblicato in seconda edizione nel 2011), ha ottenuto nel 2017 dal Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne dell'Università di Torino un assegno di ricerca cofinanziato che ha permesso l'assunzione, a partire dal 1 ottobre 2017, di un'assegnista di ricerca, la dott.ssa Milena Contini.

È prevista:

a - la pubblicazione, nel corso del 2018, a cura di Luca Badini Confalonieri, del primo volume dell'epistolario di Botta: Lettere 1788-1802 (e cfr. già L. Badini Confalonieri, Carlo Botta 1788-1799: inediti e rari, in "Seicento & Settecento", 6, 2011, pp. 163-177);

b - la pubblicazione, a fine 2018, a cura di Ursula Manni, del secondo volume dell'epistolario di Carlo Botta: Lettere 1803-1816 (U. Manni ha iniziato su questo argomento il dottorato qui a Torino sotto la guida di Luca Badini Confalonieri)

c - la pubblicazione, nel corso del 2019, a cura di Milena Contini, del terzo e del quarto volume dell'epistolario di Carlo Botta: Lettere 1817-1829 e Lettere 1830-1837.

Ultimo aggiornamento: 04/10/2017 15:01
Campusnet Unito
Non cliccare qui!