Vai al contenuto principale

Cultori della materia


I Cultori della materia sono esperti o studiosi, non appartenenti ai ruoli del personale docente e ricercatore universitario, che hanno acquisito documentata esperienza ovvero peculiari competenze nelle discipline afferenti a uno specifico settore scientifico-disciplinare (SSD).

Requisito essenziale per la nomina a cultore è il possesso, da almeno 3 anni, di laurea magistrale, ovvero laurea rilasciata ai sensi dell'art. 3 della legge 341/90 o laurea specialistica/magistrale rilasciata ai sensi dell'art. 3, comma 1, lettera b, del D.M. 03.11.1999, n. 509 come modificato dal D.M. 22.10.2004, n. 270. I candidati alla nomina di cultore devono altresì possedere almeno due dei seguenti requisiti:

a. dottorato di Ricerca (concluso o in atto) in ambito congruente con il SSD per il quale viene richiesta la nomina (titolo preferenziale)
b. assegno di ricerca (concluso o in atto) in ambito congruente con il SSD per il quale viene richiesta la nomina
c. professore a contratto (concluso o in atto) in disciplina congruente con il SSD per il quale viene richiesta la nomina
d. diploma di specializzazione o di Master universitario di II livello congruente con il SSD per il quale viene richiesta la nomina
e. almeno due pubblicazioni scientifiche attinente al SSD per il quale viene richiesta la nomina
f. congruenza della Laurea magistrale posseduta con il SSD per il quale viene richiesta la nomina
g. attinenza di eventuali attività ricerca e/o professionali al SSD per il quale viene richiesta la nomina

I Cultori, abilitati dal Consiglio di Dipartimento, possono:

  • far parte delle Commissioni degli esami di profitto del relativo SSD;
  • far parte delle Commissioni degli esami di Laurea triennale e magistrale;
  • coadiuvare i docenti del relativo SSD nell'assistenza agli studenti per la preparazione della prova finale (Dissertazione o Tesi di Laurea) triennale e magistrale, svolgendo eventualmente il ruolo di secondo Relatore;
  • coadiuvare i docenti e i ricercatori del relativo SSD in attività di ricerca, seminariali e di esercitazione.

È in ogni caso escluso lo svolgimento da parte dei Cultori, in quanto tali, di altre attività didattiche istituzionali non previste dal presente Regolamento. Potranno comunque presentare domanda per i bandi interni ed esterni.

Ultimo aggiornamento: 07/07/2020 10:01
Location: https://www.dipartimentolingue.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!